Le polpette di melanzane di zia Nora

4 dicembre 2018Pasqualina
Blog post

Prep time: 20 minutes

Cook time: 30 minutes

Serves: 8

E’ imperdonabile il ritardo col quale scrivo questo post.

Mi ero ripromessa di essere più presente ma il quotidiano mi assorbe al punto tale da rendere difficoltoso anche l’inserimento di una semplice ricetta, ma questa di oggi, anche se con ritardo, devo pubblicarla perché merita.

E’ estrapolata dal blog Profumo di Limoni della mia cara amica Valentina,  una miniera di ricette buonissime e bellissime (andate ad ammirare che belle le sue foto!). Sono le polpette di melanzane. Ricetta di sua zia Nora la quale ne preparava dai 70 ai 100 pezzi come ammazza-fame in attesa di pranzi luculliani.

Zia Nora, la zia che tutti dovremmo avere!

Si, lo so, dicembre non è periodo di melanzane, io le ho fatte con le ultime di stagione, un mesetto fa e sono rimaste, come vi ho anticipato, in attesa di pubblicazione, non me ne vogliate. Stampatela e tenetela per quando ritorneranno sulle nostre tavole, oppure sostituite le melanzane con i carciofi, saranno squisite ugualmente!

Che poi le polpette di melanzane non sono certo una novità a casa mia, e credo tutti le abbiano preparate almeno una volta nella vita. La particolarità della ricetta è nel metodo di cottura delle melanzane che è una genialata,  infatti Valentina le cuoce in acqua bollente leggermente salata con un notevole risparmio di tempo e fatica, non dovendole precedentemente mettere sotto sale e attendere che fuoriesca l’acqua di vegetazione. Quando ho raccontato il procedimento a mia madre, affezionata al suo vecchio metodo che prevedeva la cottura in forno, è rimasta piacevolmente stupita ed incuriosita. Mia sorella voleva assaggiarle ma sono finite in un baleno tra me e mio marito quindi mi ha strappato la promessa di preparargliele appena le melanzane torneranno di stagione.

Con questa ricetta partecipo al The Recipe-tionist di Flavia che vede questo mese come vincitrice la mitica zia Nora…ops…Valentina!!

 

Print Recipe

Polpette di melanzane

  • Prep time: 20 minutes
  • Cook time: 30 minutes
  • Total time: 50 minutes
  • Serves: 8

crosticina croccante e morbido ripieno. Una tira l'altra...

Ingredienti

  • Melanzane
  • Mollica di pane raffermo, preferibilmente pane cotto a legna a lievitazione naturale
  • 1 o 2 spicchi di Aglio
  • Parmigiano reggiano grattugiato
  • Sale fino
  • 1 piccolo mazzetto di Basilico fresco
  • 1 o 2 Uova
  • Pangrattato
  • Olio di Semi di Girasole, per la frittura

Preparazione

  • 1)

    Tagliare a cubetti le melanzane e bollirle in acqua salata, fino a che si ammorbidiscono. Scolarle e farle raffreddare, dopodiché strizzarle tra le mani, privandole quasi completamente dell’acqua assorbita durante la cottura.

    Incorporare alle melanzane l’aglio spremuto con lo spremiaglio o grattugiato con una Microplane, il sale, il basilico tagliato grossolanamente a pezzi, il Parmigiano grattugiato, le uova e la mollica del pane cotto a legna.

    Impastare fino ad ottenere un composto morbido e facilmente modellabile, aggiungendo un uovo laddove dovesse risultare troppo secco o del pan grattato se fosse ancora un po’ troppo bagnato.

    Con le mani formare delle polpettine grandi quanto una pallina da ping pong. Nel frattempo, in un pentolino, portare a temperatura abbondante olio di semi.

    Friggere le polpette poche per volta e scolarle dall’olio aiutandosi con pinze da frittura quando avranno assunto un color bronzo.

    Mettere le polpette su carta assorbente e scolarle bene dall’eventuale olio in eccesso.

    Servire calde o tiepide. Ma anche fredde sono perfette!

Note

Gli ingredienti non sono volutamente indicati nelle loro quantità. Dipende dal fatto che la consistenza va sentita “a mano”, quindi un uovo può essere poco e 2 uova troppe, stesso dicasi per la quantità di mollica di pane raffermo, il cui peso da aggiungere dipende anche da quanto avrete strizzato le melanzane. Come le vere ricette partenopee, è una ricetta “a sentimento” anche questa.

Secondo le regole del gioco, rispetto alla ricetta originale, non ho variato niente, se non l’aglio, utilizzando lo spicchio di aglio fresco anziché l’aglio granulare utilizzato da Valentina.

2 Comments

  • Valentina

    5 dicembre 2018 at 07:09

    Non me lo sarei mai immaginata che tu partecipassi al The Recipetionist. Cosí come ho notato che non sei solita partecipare a contest se non dopo attenta riflessione e sempre a iniziative di altissimo livello dove riesci a dimostrare quanto vali. Questo é un gioco anomalo, non é un contest perché niente si vince ma é una occasione per fare e ricevere un pó di visite con la speranza che, attraverso la condivisione senza competizione, anche persone meno blasonate riescano a sentirsi considerate e ad avere critiche in positivo o in negativo su post e ricette che altrimenti resterebbero particelle di sodio nell’immenso mare del web. Finito il momento divulgativo sono molto felice di averti tra coloro che festeggiano quello che ho ribattezzato il mio mese felice. Le tue polpette sono bellissime. Sei riuscita a fare una foto dell’interno che a me per esempio manca, e non ti sei lasciata spaventare da quella lista ingredienti senza quantità, affrontandola in modo vincente, e a sentimento come ad una napoletana compete! Grazie di esserci stata!

  • Elisa Baker

    6 dicembre 2018 at 16:29

    In ritardo arrivo io a commentare questa ricetta che trovo meravigliosa così come trovo unica e geniale la “sbollita” delle melanzne. Considerando che qua da noi in Sicilia, vuoi per il clima, vuoi perchè le melanzane non mancano mai, beh, potrei proprio rifarle perchè con Valentina e la zia Nora mi avete proprio in curiosita…aggià pruvà! baci, Flavia

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Previous Recipe Next Recipe